• Home
  • La normativa vigente

La normativa vigente

La vigente normativa  provinciale prevede un intervallo massimo di un anno per gli impianti alimentati a combustibile liquido o solido (indipendentemente dalla potenza) ovvero alimentati a gas con potenza al focolare maggiore o uguale a 35kW. In particolare, per gli impianti con potenza superiore ai 350 kW, è inoltre prescritta, nel corso dello stesso anno, una seconda determinazione del solo rendimento di combustione da effettuare normalmente alla metà del periodo di riscaldamento. La Provincia di Siena non prevede variazioni alla frequenza di manutenzione obbligatoria delle caldaie, come si può verificare sul sito della Provincia.

Per gli impianti alimentati a gas con potenza al focolare inferiore a 35 kW (che sono la grande maggioranza degli impianti installati), la normativa prevede:

  • che il controllo e la manutenzione dell'impianto termico debbano essere eseguiti prioritariamente secondo le modalità e le scadenze indicate dalle istruzioni tecniche per la regolazione, uso e manutenzione rilasciate dal fabbricante;
  • nel caso in cui la documentazione rilasciata dal fabbricante non fornisca indicazioni in tal senso si deve far riferimento alla documentazione rilasciata dalla ditta installatrice;
  • nel caso in cui neppure la ditta installatrice abbia provveduto ad indicare una cadenza per le operazioni di controllo, valgono le indicazioni rilasciate dalla ditta di manutenzione al momento dell'attivazione dell'impianto (o in epoca successiva laddove non si sia ancora proceduto a fissare indicazioni in tal senso) tramite un apposito atto di asseverazione.

Per quanto concerne la Provincia di Siena, il vigente protocollo d'intesa sottoscritto in data 30/10/2007 prevede inoltre che, in carenza delle indicazioni di cui ai precedenti punti 1), 2) e 3), i controlli sugli impianti con potenza al focolare inferiore a 35 kW debbano essere comunque effettuati almeno ogni due anni.

La provincia di Siena ha sottoscritto un protocollo d'intesa con le aziende del territorio al fine di garantire la massima trasparenza fra gli utenti e le aziende di manutenzione in merito alle tariffe praticate.

La provincia effettua delle ispezioni per verificare l'effettivo stato di manutenzione degli impianti termici e applica severe sanzioni a chi non rispetta le regole, dai 500 ai 3000 Euro.

Vuoi informazioni più dettagliete sulla normativa vigente a Siena in merito alla manutenzione delle caldaie? Leggi qui!